Theme Layout

[Rightsidebar]

Boxed or Wide or Framed

[Wide]

Theme Translation

Display Featured Slider

yes

Featured Slider Styles

[Boxedwidth]

Display Grid Slider

Grid Slider Styles

Display Trending Posts

no

Display Author Bio

Display Instagram Footer

Cerca nel blog

About Me

La mia foto

Sono una sognatrice pragmatica con la testa costantemente fra le nuvole. Amo i gatti, i colori pastello, le fantasie floreali e tutte quelle cose che hanno un gusto retrò.
Sono una fotografa e la mia stagione preferita è l'estate in cui
vado in bici nel vento e all'avventura nei dintorni di casa mia.

things

me outfits beauty Photobucket Photobucket handmade food & cake design collaborations books books  Basilicata viaggio cosa vedere books books

OUTFIT

OUTFIT
OUTFIT

About me

About me
About me

Shop

Shop
Chicromantica
Sorprendi il tuo lui per San Valentino || Le spalline gioiello di Marbet Due

Sorprendi il tuo lui per San Valentino || Le spalline gioiello di Marbet Due


Buongiorno ragazze! Oggi vi consiglio un modo per sorprendere il vostro uomo il giorno di San Valentino: le spalline gioiello di Marbet Due*.




Marbet Due è un'azienda italiana che produce e commercializza articoli per la merceria in Italia e in Europa. I prodotti sono tutti made in Italy e possono essere acquistati presso i Marbet Point che sono mercerie specializzate oppure si possono acquistare nei Marbet Point Online, ecommerce in patnership con Marbet, certificati dall'azienda per assortimento, prezzi e tempi di consegna.
Potete scegliere a questo link il Marbet point più vicino o l'ecommerce preferito.
Potete anche seguire l'azienda sui social: Facebook & Instagram


Tra i tanti articoli disponibili ho scelto queste spalline perché mi piace l'idea di decorare e personalizzare l'intimo che indosso.



A me piace festeggiare San Valentino condividendo una giornata intera con il mio ragazzo, e voi? 
Come lo festeggiate San Valentino? Vi piace fare e ricevere regali?

Continua a leggere...
Alessia De Bonis
0 Comments
La questione spinosa degli Ex - eBay lancia la campagna #ExInVendita

La questione spinosa degli Ex - eBay lancia la campagna #ExInVendita


Oggi parliamo di un argomento spinoso, MOLTO SPINOSO: gli EX.
Forse la peggiore categoria del mondo!
Io sono una di quelle persone che non sa mai come comportarsi con gli ex, tendenzialmente li evito come se avessero la peste.
Ho quasi trentanni e ne ho raccattati diversi per strada.
Non sono tantissimi, sono 4 e con tutti ho avuto delle storie abbastanza lunghe.
Mo vi racconto un po' di tutti.



Il mio primo ragazzo, quello del primo bacio si chiamava R. parlava napoletano e aveva la passione per Gigi D'Alessio. Aveva il brutto vizietto di mandare messaggi alle altre ragazze mentre stava con me. Mollato.

Il secondo quello di cui avevo preso una cotta stratosferica si chiamava C. all'epoca bello, ricciolino, e suonava la chitarra(ho sempre avuto un debole per i ragazzi che suonano)
lo chiamavamo Scianf (come la maglia della champions) .
Erano i tempi della chat del mio paese, in pratica c'era questa chat su tiscali dove passavamo il tempo quando non ci andava di uscire per strada.
Io stetti più di un mese a parlare con un amico a cercare di capire come arrivare a lui mentre a questo mio amico piaceva una mia amica....PIANO PERFETTO! Ma successe un inghippo, non si sa come ma sto simpatico ragazzo si mise proprio co sta mia amica. FINE DEL MONDO!
Io gli scrissi in preda al panico: guarda che lei si è messa con te per arrivare a un altro(e così era infatti), stai con me, scegli me io ti vorrò BBBBene veramente. Non l'avessi mai fatto. Successo un finimondo xD. Fatto sta che loro si lasciarono e il tizio in questione mi diede una possibilità, siamo stati un mese esatto e poi mi lasciò! Non ci pigliavamo proprio ma lui ebbe il buon senso di lasciarmi e dirmi non è cosa. Gli voglio ancora bene per questo. Io ero stracotta e avrebbe potuto usarmi in qualsiasi modo del mondo, ma non lo fece. Che culo!
Cosa ho imparato da questa storia: #farsiifattiproprielasciarechelecosesiano

Il terzo che chiamavamo misa, ma la storia è troppo lunga da raccontare quindi la rimando, era un biondino smilzo con gli occhi verdi. Visto che nel mio paese erano rimasti quattro gatti me lo feci piacere "a forza". Sempre nella solita chat del paese intercettai un suo amico e mi feci mandare il numero. Presi il coraggio e gli scrissi un messaggio. Ci vedemmo, anche qui durammo circa due mesetti insieme. Non ci pigliavamo. Lui era come lo stregatto di alice, a volte c'era a volte no. Non si sapeva se stavamo insieme oppure no, certe volte appariva altre scompariva, un ragazzo misterioso insomma. Mollato anche questo. O forse mi ha mollato lui, chissà!
Cosa ho imparato da questa storia: mai farsi piacere la gente a forza, meglio conoscerli prima dal vivo.

Il quarto e ultimo meriterebbe un capitolo a parte ma per esigenze di copione e di tempo non lo faremo, lo chiameremo l'innominato come il personaggio di Manzoni. Con l'innominato siamo stai insieme sei anni. SEI LUNGHI ANNI.
Qui fu lui che mi scrisse un "banale sms", quindi si perse tutto il bello dell'innamoramento ovvero quel gioco di sguardi e di balli con i gesti.  Io non ero convinta all'inizio, non mi piacevano alcuni suoi amici però dissi vabbè, proviamo!
All'inizio era tutto bellissimo, lui era dolce, divertente, simpatico e ci siamo innamorati. Eravamo culo e camicia, pappa e ciccia, Ghin e Ghion, Carmine Crocco e Ningo Nango lui però era un po' puntiglioso, MOLTO PUNTIGLIOSO e un po' nervoso NATO NERVOSO così diceva lui.
Questa cosa però venne fuori dopo, quando come dice mia nonna "s girò la coppl all'ammers" (ovvero traduzione letterale quando girò il cappello sottosopra e si scoprì com'era veramente)
E venne fuori col tempo.
Lui mi diceva "T'aggia mbarà e taggia perd"(prima ti insegno e poi ti perderò) e così è stato.
Lui aveva il brutto vizio di trattarmi male in modo subdolo, se facevo qualcosa che non gli andava bene iniziava a farmi dei piccoli dispetti e a usarmi come uno straccio. Ma io, alice nel paese delle meraviglie, glielo lasciavo fare perché non l'avevo capito.
Fino a quando me lo disse chiaramente.
"I'm a late learner but I learn".
La cosa dello straccio andò avanti per un annetto ma io avevo difficoltà a lasciarlo. La mia paura più grande era non trovare più nessuno che mi avrebbe amata come aveva fatto lui all'inizio e soprattutto c'era un'altra cosa per mezzo ovvero la sua famiglia!
La sua famiglia è stata una seconda casa per me.
Capite la difficoltà: io volevo stare con la sua famiglia e non più con lui. Lui invece voleva un'altra persona e non me. Presi coraggio e gli dissi: "Combà c'amma fa?" e decidemmo di comune accordo di lasciarci. Un salto nell'abisso, ma necessario.

Cosa ho imparato da questa storia?
Che l'amore con La A maiuscola è quello dove due persone si vogliono bene a "Vicenza" accettando e smussando quelle cose per cui non ci si sopporta, ma con gentilezza. Come dice il sommo poeta  "Il vero amore è come una finestra illuminata in una notte buia. Il vero amore è una quiete accesa".

Ma perchè vi ho parlato degli ex? Perchè Ebay quest'anno ha lanciato una novità per San Valentino 2018: eBay lancia la campagna #ExInVendita





Un’idea che eBay ha voluto testare conducendo un sondaggio (Ipsos) riscontrando un notevole interesse da parte della fascia età 18-34 (Millennials e dintorni)*
Di cui il 37% (pari a quasi 2,5 milioni di italiani) dichiara di essere sicuramente/probabilmente disposto ad utilizzare 
un modo rapido e semplice per vendere i regali dell’ex partner


Un divertissement, una provocazione? Un taglio col passato come toccasana per voltare pagina. 
Come insegna la somma MARIE KONDO bisogna liberarsi degli oggetti che tengono energia negativa. Voi che dite, dovrei farlo?

Se si, potrei e potreste farlo qui.







Continua a leggere...
Alessia De Bonis
0 Comments
Guida all’acquisto della prima agenda ad anelli – Che agenda compro per il 2018? #02 Le marche: Filofax e Kikki.K

Guida all’acquisto della prima agenda ad anelli – Che agenda compro per il 2018? #02 Le marche: Filofax e Kikki.K


Buongiorno ragazze!Come state??? Eccoci qui finalmente alla seconda puntata della "guida all'acquisto di una agenda ad anelli" dove parleremo delle diverse marche che troviamo sul mercato.

Premetto che i miei sono pareri assolutamente personali, posso basarmi su quelle che sono le mie impressioni su ogni marca che ho potuto testare personalmente e sulle informazioni reperite online, ma considerate questo articolo come un punto di partenza.

Detto questo partiamo subito con una panoramica su quelli che sono i marchi più conosciuti per quanto riguarda le agende ad anelli nei formati standard ovvero pocket/small, personal/medium e a5/large. Non vedremo altri formati particolari o agende senza anelli, magari dedicherò loro un post a parte più avanti.

guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-3

FILOFAX

Partiamo subito da quella che probabilmente è la marca più importante e famosa per quanto riguarda le agende ad anelli: la filofax .
Filofax è un'azienda che nasce a Londra nei primi anni del '900 per organizzare documenti cartacei e si evolve negli anni fino a quando avere un'agenda diventa un vero e proprio "stile di vita". Le agende filofax sono note per la loro qualità perché resistono nel tempo e negli anni. Pur essendo in pelle animale vengono utilizzati gli scarti dell'industria alimentare e l'azienda si impegna a garantire che le agende vengono prodotte solo da fornitori che hanno condizioni di lavoro accettabili.
Per quanto riguarda i prodotti ce n'è davvero per tutti i gusti. Ci sono tantissimi modelli dalle fantasie particolari e più femminili ai colori più "seriosi" e classici. Alcuni planner sono disponibili in tutti e tre i formati altri invece no.

Formato A5  AGENDE

formatoa5filofax




I modelli più costosi sono quelli in pelle in formato A5 ad esempio "FinsburyThe originalMalden" che partono da un costo di €109 a €139 per alcune edizioni speciali.
Il modello più economico è la "Saffiano" perché in simil pelle, la trovate nei colori acquamarina, lampone, verde shock e l'edizione speciale in oro. Il prezzo sul sito italiano è attualmente di €59  però tenete d'occhio anche Amazon perché a volte è possibile trovare dei buoni sconti.

Vi ricordo anche le dimensioni della carta del formato A5: 210mm x 297mm

Formato personal

Qui c'è davvero l'imbarazzo della scelta, dalle fantasie a tinta unita a quelle nuove particolari: farfalle, fiori, geometrie, denim.
Anche qui ritroviamo alcune agende del formato a5 in versione più piccola.  Per alcune agende trovate anche il formato compact che altro non  è che una personal poco poco più ristretta ma la dimensione dei fogli resta la stessa. (95mm x 171mm)

formato_personal-filofax


ALCUNE AGENDE IN FORMATO PERSONAL:




Formato pocket 
Per i  formati da borsetta per eccellenza ritroviamo sempre gli stessi colori e fantasie.

formato_pocket_agenda_filofax_geometric

ALCUNE AGENDE IN FORMATO POCKET:




Le agende arrivano in genere con uno starter kit: i fogli datati dell'anno in corso con la settimana organizzata su due pagine, diversi fogli con le note, to do,contatti e  alcuni divisori numerati.
Io della filofax ho una butterfly in formato personal. La copertina ha una pelle davvero morbida. Gli anelli sono duri ma l'apertura non è difficile. Personalmente non amo gli inserti della filofax perchè hanno una grafica troppo "spartana" e non amo le righe e i quadretti troppo marcati sui fogli quindi li ho tutti sostituiti con delle semplici pagine bianche anche perché questa agenda la utilizzo come diario personale.

 guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-4

I refill che trovate all'interno:

Settimana su due pagine:

guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-5
Fogli per note generiche a righe, a quadretti e pagine bianche:
guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-6
guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-10
guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-9

Pagine "to do": guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-7
Pagine per i contatti:
guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-8
Riassumendo:
Pro: Materiali di qualità, resistenza nel tempo. Facile reperibilità. Potete acquistare sul loro sito sia inglese che italiano oppure su amazon.Trovate le filofax anche nei negozi fisici come la Rinascente o nelle cartolerie più fornite.  I modelli sono davvero tanti sicuramente troverete quello che più fa al caso vostro.
Contro: prezzi piuttosto alti soprattutto per le agende in pelle e per i formati A5.

KIKKI-K

La marca che più sta crescendo in questo momento e di cui si sente più spesso parlare è sicuramente kikki- k.

Questa azienda è relativamente giovane, è nata circa dieci anni fa dalla mente di Kristina Karlsson, svedese di nascita, che ha voluto portare lo stile pulito e minimalista della sua nazione anche nei prodotti relativi alla cartoleria e all'organizzazione della casa. Noi non possiamo che guardare incantati le creazioni di questa talentuosa azienda australiana che ha da poco aperto i battenti anche a Londra con un negozio che è a dir poco un paradiso per le amanti della cartoleria.

Le collezioni kikki-k sono stagionali e cambiano ogni sei mesi circa. Alla fine di ogni stagione ci sono dei saldi davvero importanti che partono dal 20% ed arrivano al 40%.

 A volte fanno anche sconti del 20% aggiuntivi oppure sconti di benvenuto quindi iscrivetevi alla loro newsletter per rimanere informati.

Si tratta di un sito australiano e attualmente spediscono solo da lì quindi purtroppo se superate la soglia dei 22€ per l'acquisto rischiate di pagare le tasse doganali.
Per questo motivo vi consiglio di aspettare i saldi di fine stagione e di impostate sempre la valuta australiana AUD che al cambio è molto conveniente, pensate che una delle mie le pagai soltanto 17 euro compreso le spese di spedizione e che appena uscita costava più di cinquanta euro!

Anche qui i modelli sono principalmente tre: small(corrisponde al pocket della filofax), medium (corrisponde al formato personal) e large(corrisponde al formato A5), le dimensioni dell'agenda esterna sono diverse da quelle della filofax ma la dimensione dei fogli è quella standard.

Le agende arrivano acon uno starter kit: i divisori e diversi refill tra cui la settimana su due pagine (solo nelle agende personal planners altrimenti vanno comprati a parte) , to do, compleanni e anniversari, indirizzi, negozi e ristoranti, spese. Le agende in formato large hanno anche degli adesivi per personalizzare i divisori. Controllate sempre nella descrizione l'anno di cui vi arriverà il refill. 

kikki-k-agende-quale-comprare

Io della kikki-k ho due agende in formato personal e una in formato large.

Personalmente amo l'estetica di questo brand: le copertine particolari, i colori pastello, i divisori e l'attenzione ai dettagli. Mi piacciono molto di questa agenda anche le tasche verticali che ben si prestano ai setup e alle decorazioni, e a contenere anche adesivi, sticky notes e altro materiale utile per la decorazione.  Anche qui non amo tutti i refill, alcuni non li ho mai usati come la sezione degli shops e dei ristoranti o quella dedicata agli indirizzi mentre mi piace moltissimo la grafica della settimana su due pagine, pulita ma non "spartana".

Unica cosa che non mi piace del refill settimanale è il poco spazio per il weekend, il sabato e la domenica sono sulla stessa riga.
La mia kikki-k live bright della collezione 2014:

guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-12 guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-11
Settimana su due pagine:
guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-15
Indirizzi e spese 
guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-14 guida_acquisto_agenda_alixia_filofax_kikkik_quale_comprare-13
In questo video potete vedere l'unboxing della mia kikki-k lilac medium se vi interessa vedere tutti gli altri refill

Riassumendo
Pro: Modelli esteticamente molto belli. Buona qualità. Sconti di fine stagione veramente convenienti. Nonostante sia una marca australiana l'agenda arriva in dieci giorni/due settimane.
Contro: Rischio dogana soprattutto per i formati large/A5  (in genere le tasse doganali si pagano se il valore della merce acquistata supera i 22€ circa) Prezzi piuttosto alti nel momento in cui esce la collezione.   I modelli cambiando ad ogni stagione bisogne affrettarsi se qualcosa vi piace e se aspettate i saldi rischiate di non trovare più la vostra agenda "del cuore".
guidaagende-5

Per oggi è tutto , fatemi sapere cosa ne pensate di questi due brand e se siete d'accordo con quello che ho scritto. Al solito se avete domande contattatemi su facebook oppure nel mio canale youtube con un commento sotto ad un video.

Se siete capitate per caso in questo articolo e state cercando altre ragazze appassionate ala agende vi consiglio di iscrivervi su facebook a questi due gruppi: Cartopazze e Life in planner
Nella prossima puntata parleremo di altre marche meno conosciute di alternative economiche alla filofax e alla kikki-k.

Buon planning!

guidaagende-8

Continua a leggere...
Alessia De Bonis
0 Comments
Guida all'acquisto della prima agenda ad anelli - Che agenda compro per il 2018? #01 il Formato.

Guida all'acquisto della prima agenda ad anelli - Che agenda compro per il 2018? #01 il Formato.


Buongiorno ragazze, un nuovo anno è iniziato  ed è arrivato il momento di scegliere una nuova agenda. Per me è ormai un rito che si ripete ogni 12 mesi: sceglierne una che mi accompagnerà per tutti e 365 i giorni.
  guidaagende-3

Sono sempre stata un'utilizzatrice poco costante, appuntavo ogni tanto quello che mi serviva,alcuni mesi erano pieni e altri li lasciavo vuoti.  La vera passione è nata quando ho scoperto su facebook dei gruppi che parlavano di decorazione e di agende ad anelli, quest'ultime hanno decisamente cambiato in meglio la mia vita "creativa" . Prima delle agende ad anelli avevo un'agenda annuale e diversi quaderni ognuno per ogni singola cosa, ma ovviamente questo metodo ha i suoi limiti, con le agende ad anelli invece posso tenere tutto ordinato(si fa per dire visto che sono la regina del caos!) e tutto in un unico posto.
  guidaagendealtrrA-7

Da anima rinascimentale o "multipotenziale" quale sono ho trovato nell'agenda ad anelli divisa in sezioni una valida alleata per segnare tutte le mie idee, scrivere i progressi fatti in ogni progetto, tenere un diario giornaliero delle attività che devo fare. In più  ho scoperto che decorare l'agenda è un'altra delle attività creative che più mi piacciono e rilassano! Da ormai un anno decoro la mia kikki-k personal ogni settimana, mai sono stata così costante in vita mia! Ma basta parlare della mia storia con le agende lasciatemi introdurre quella che è la mia nuova idea, vorrei condividere con voi quello che ho scoperto in questo anno di utilizzo  e darvi alcune dritte e consigli per l'acquisto della vostra prima agenda ad anelli.
  guidaagende-1

Chi capita per la prima volta nel favoloso mondo delle agende ad anelli potrebbe rimanere spaesato per tutti i termini nuovi che trova, per  i formati , per le marche, per i refill e quant'altro così ho pensato di fare un vademecum per chi si trova per la prima volta a scegliere un'agenda  e anche per chi le usa già e magari ha bisogno di chiarimenti o semplicemente vuole qualche informazione e ispirazione in più! Se come me avete scoperto per caso i planner con gli anelli o su youtube(sta dilagando la moda un po' come per le yankee candles) o su facebook (i gruppi più carini per me sono Cartopazze e Life in Planner) sarete per prima cosa un po' disorientate, si sente parlare di formato personal, pocket, a5 ,a6 , filofax ,saffiano, washi, deco-tapes sticky notes.... si ma cosa sono???

 Come fare ad orientarsi tra tutte queste parole nuove? Così ho pensato di fare un vademecum per chi si trova per la prima volta a scegliere un'agenda ad anelli e anche per chi la usa già e magari ha bisogno di chiarimenti o semplicemente vuole qualche informazione e ispirazione in più!

Quali sono i formati di un'agenda ad anelli ?

Esistono tre principali formati:
  Pocket: il formato tascabile per eccellenza (dimensione dei fogli: 81mm x 120mm)
  Personal, medium o A6 : il formato intermedio (dimensione dei fogli: 95mm x 171mm) alcuni siti cinesi lo chiamano A6 " erroneamente" perché il foglio A6 per definizione è la metà di quello A5 quindi ha dimensioni diverse.
  Large o A5: Più grande, i fogli sono la metà di un normale foglio a4 per la stampa  (dimensione dei fogli: 148mm x 210mm) (in realtà c'è anche il formato a4 ma è davvero troppo grande quindi non lo prenderò in considerazione!) Le dimensioni dell'agenda esterna variano a seconda della marca ma la dimensione dei fogli è pressocché la stessa, anche se la posizione dei fori sui fogli può variare.

Quale formato agenda fa per me?

Dipende fondamentalmente dall'uso che ne volete fare. Per molte ragazze l'ideale è avere un'agenda personal o pocket da portare in borsa e una A5 "fissa".
 Personalmente ho tre agende formato personal ma per me che ho la scrittura enorme e ho bisogno di grandi spazi sono piuttosto piccoline :) , le pocket sono comodissime da tenere in borsa mentre le A5 sono universalmente riconosciute come agende poco portabili ma comodissime da tenere in casa.

L'A5 essendo più grande ha anche più spazio all'interno quindi se avete l'intenzione di avere moltissime sezioni è molto probabile che sarà la migliore per voi.

Io vi consiglio di iniziare con una personal, rendervi conto se fa al caso vostro e poi eventualmente prenderne un'altra più grande o più piccola a seconda delle vostre esigenze. In realtà se scoprirete che questa per voi è una passione finirete per avere molto più di due sole agende :)

 Forse vi starete chiedendo cosa ci faccio con più di un'agenda? Ho una personal che ho usato come time planner per il 2017 per scrivere quello che ho da fare durante la settimana: 2 blog, 1 canale youtube  e altri progetti vari che porto avanti hanno bisogno di essere ben organizzati!

Alcune persone tolgono i refill per avere solo quello che effettivamente usano ma a me piace tenere anche le pagine dei giorni già passati e sfogliarle come un diario. Quindi per ogni anno avrò un'agenda nuova.
  guidaagende-5
 Ho la kikki-k medium live bright che ho utilizzato come agenda per i progetti. Ma ahimè loro son troppi e l'agenda troppo piccola, l'ho riempita dopo solo due mesi e ora sto usando una kikkik large 

guidaagende-4
    guidaagende-8 Ho poi la macaron A5 presa su aliexpress che è andata a sostituire la kikki-k medium dove appunto tutti i progetti e le idee. Ho diverse sezioni ma di questo ve ne parlerò più avanti. guidaagende-2

Per oggi è tutto, nella prossima "puntata" vi parlerò delle marche più conosciute ed apprezzate.

Fatemi sapere cosa ne pensate e se avete bisogno di qualche consiglio lasciatemi un commento!

   

Continua a leggere...
Alessia De Bonis
0 Comments
Come indossare cappotto a scacchi e colbacco nero || Idee per outfit autunnale

Come indossare cappotto a scacchi e colbacco nero || Idee per outfit autunnale


Buongiorno ragazze, come state?
Oggi vi propongo un nuovo outfit adatto a questa stagione!
Il protagonista è il cappottino di shein che ho ricevuto qualche giorno fa, non è carinissimo?
Adoro i pattern che ricordano l'autunno come questa fantasia a scacchi.



Nei miei outfit autunnali non può mai mancare un cappello così ho indossato un colbacco nero.
Ho un nuovo taglio di capelli un carrè lungo e adesso mi sembra che i cappelli facciano totalmente un altro effetto, voi che dite mi sta bene?







Ho indossato anche un paio di parigine beige che amo in autunno, rendono l'outfit particolare e tengono calde le gambe!





Cappotto: SheIn*
Maglione: Benetton
Gonna: Asos
Cappello: OVS
Scarpe: Café Noir
Occhiali da sole: Firmoo*






Fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate di questo outfit! 


Continua a leggere...
Alessia De Bonis
0 Comments
Cosa fare a Milano nel weekend || Crazy cat cafè il bar con i gatti

Cosa fare a Milano nel weekend || Crazy cat cafè il bar con i gatti


Volete sapere qual è il modo per farmi perdere completamente la dignità? Darmi un gatto!
E volete sapere cosa succede quando la sottoscritta va in un bar pieno di gatti a Milano? Letteralmente impazzisce!
Immaginatevi la scena, io che entro in un cat cafè e vedo gatti dappertutto!
Gatti ovunque, gatti gatti gatto miao gatto gatto micio micio vieni prr prr gatto gatto gatto :)
E' stato tutto un accarezzare, inseguire e fotografare!





Il crazy cat cafè di Milano nasce da un grande amore verso i gatti, prende ispirazione da i neko bar giapponesi dove, in un'atmosfera completamente rilassata, si sorseggia del tè e si ascoltano le fusa dei gatti presenti.












Nel crazy cat cafè si può sia fare colazione e merenda sia pranzo e cena degustando i particolari piatti proposti in deliziose ciotole colorate con pattern retrò.
Io ho assaggiato una torta di mele sbriciolata e un caffè d'orzo :)





L'arredamento è ispirato al vintage ed è pieno di quadri e libri a tema gatti, non poteva essere altrimenti :) è semplicemente adorabile!










E voi? Amate i gatti? Siete mai stati in un cat cafè???




Continua a leggere...
Alessia De Bonis
0 Comments
[name=Alixia] [img=http://i64.tinypic.com/14t8qpk.jpg] [description=Sono una sognatrice pragmatica con la testa costantemente fra le nuvole. Amo i gatti, i colori pastello, le fantasie floreali e tutte quelle cose che hanno un gusto retrò. Sono una fotografa e la mia stagione preferita è l'estate in cui vado in bici nel vento e all'avventura nei dintorni di casa mia.](facebook=https://www.facebook.com/alixia88) (instagram=https://www.instagram.com/alixia88)(bloglovin=https://www.bloglovin.com/blogs/le-chat-gourmand-5075595)(pinterest=https://it.pinterest.com/alixia88/)

Follow @Alixia nel paese del web