Theme Layout

[Rightsidebar]

Boxed or Wide or Framed

[Wide]

Theme Translation

Display Featured Slider

yes

Featured Slider Styles

[Boxedwidth]

Display Grid Slider

Grid Slider Styles

[style3][caption1]

Display Trending Posts

no

Display Author Bio

Display Instagram Footer

Cerca nel blog

things

me outfits beauty Photobucket Photobucket handmade food & cake design collaborations books books  Basilicata viaggio cosa vedere books books

Cosa fare e vedere in Trentino - In Dolomiti Paganella con Yallers Italia


Buon pomeriggio come state?
A fine giugno ho avuto l'opportunità di andare con Yallers Italia e Visit dolomiti Paganella in Trentino Alto Adige e scoprire tutte le attività che è possibile fare in montagna d'estate.

Se siete amanti di una vacanza attiva e vi piace camminare e praticare sport la zona delle dolomiti Paganella è l'ideale per voi!

Siamo arrivati a Molveno in tarda serata e appena entrate nella stanza dell'hotel Londra ci siamo subito affacciate sul balcone che aveva una splendida vista sul lago. L'indomani mattina è stato il nostro primo pensiero:










Vista lago di Molveno
Dopo un'abbondante colazione in hotel siamo andati alla Danger Zone di Molveno vicino alla cabinovia dove abbiamo affittato una bici e ci siamo preparati per la downhill con Dolomiti Paganella Bike, un percorso gravity in discesa!
Siamo saliti su all'altopiano di Pradel e poi ancora più su con la seggiovia dove è possibile portare con se le mountain bike!

E' possibile scegliere vari percorsi di diversa difficoltà, noi siamo partiti dal più semplice "Big Hero" e poi ne abbiamo fatto uno leggermente più complicato "Willy Wonka". Anche se vado in bici da molto tempo non avevo mai provato un percorso downhill e devo dire che mi è piaciuto tantissimo, è molto adrenalinico e tutto in discesa quindi perfetto anche per chi non ama le salite e non vuole stancarsi. Vanno indossati casco e ginocchiere perché è molto facile prendere velocità e alcune curve sono un pelino complicate soprattutto se siete alle prime armi, ma il divertimento è assicurato!
Siamo scesi tra discese e boschi con panorami meravigliosi, non vi so dire quante volte ci siamo fermati a scattare perché ogni punto panoramico era più bello dell’altro!







DAY 2
Il secondo giorno ho fatto qualcosa che mai avrei pensato nella mia vita ovvero svegliarmi alle 3.15 di mattina orario in cui a volte vado a dormire 😋 ma le esperienze sono belle per questo, finisci a fare delle cose che non avresti nemmeno immaginato.

Ci siamo svegliati così presto per andare a vedere e scattare le foto all'alba alla croce di FAI, arrivarci non è stato semplice, abbiamo camminato per circa una mezz'oretta tutto in salita, argh!
Ne è valsa sicuramente la pena, il panorama da lassù era davvero incantevole e soprattutto la luce all'alba è tutta un'altra storia, anche l'aria che si respira così frizzantina e fresca crea un'atmosfera davvero suggestiva e quasi magica!





















Verso le 7 ci siamo incamminati verso la Malga Val Del Brenzi per fare colazione, non avevo mai camminato così presto nel bosco e devo dire che a quell'ora è davvero bello: non fa ancora caldo e la luce del sole filtra tra gli alberi illuminando il cammino con una luce dorata.














La colazione è stato il momento migliore della giornata, non ho mai mangiato uno yogurt così buono e il pane caldo appena sfornato era delizioso. 

Dopo un po' di chiacchiere e relax siamo riscesi a piedi verso Fai della Paganella dove avevamo lasciato la macchina.




Il pomeriggio siamo andati sul lago di Molveno, un vero e proprio gioiellino incastonato tra le montagne. Il lago è balneabile ma l'acqua è davvero fredda anche d'estate quindi solo i più temerari tra voi avranno il coraggio di bagnarsi. Nonostante questo le attività da fare sul lago sono molteplici: è possibile affittare il pedalò, una canoa o il sup(una tavola simile a quella da surf!)
Noi abbiamo optato per il pedalò elettrico e abbiamo percorso il lago in lungo e in largo. 
Alcuni di noi hanno scelto invece il sup ma vi avverto siate pronti a cadere perché stare in equilibrio non è affatto semplice :) 



















Il lago è davvero un posto incantevole e me ne sono innamorata.

Tornati in hotel abbiamo cenato e 
volevo spendere due parole a favore del buonissimo cibo,
ogni piatto che assaggiavo era una vera delizia per non parlare delle specialità del Trentino! 
Ci hanno davvero viziati!

Carne salata

Trancio di pesce spada

Ravioli alle mandorle e lime

Strangolapreti alle erbe

Il mitico strudel di mele!

DAY 3
Il terzo giorno sono salita nuovamente sull'altopiano di Pradel per scoprire le attività che era possibile fare. Qui ho potuto ammirare i bravissimi scultori del legno che stavano realizzando diversi soggetti:








Più tardi sono andata per la prima volta  in un parco avventura: il forest Park
Ho provato il percorso medio ed è stato super divertente, la cosa bella è che alcune parti che sembravano semplici erano in realtà complicate(come la scala che ti sbilanciava un sacco!) 
e altre invece come il filo e il ponte tibetano che sembravano difficili erano in realtà abbastanza fattibili. La parte più divertente era la liana finale, avete presente Tarzan? Uguale! 
Avrei voluto farla altre 100 volte!
Ho chiesto ai ragazzi di scattarmi qualche foto col telefono e mi sono trovata il telefono pieno di loro selfies :D che burloni!













Il pomeriggio ho passeggiato tra le vie di Molveno per arrivare fin giù giù per prendere un gelato vista lago! Camminando camminando mi sono fermata su una panchina con un belvedere dove una signora mi ha raccontato quasi tutta la sua vita :) 

Molveno è un piccolo gioiellino incastonato tra le dolomiti ed è un tipico paese di montagna con le casette in legno e in pietra e un bel centro storico pieno di negozietti che vendono prodotti tipici e souvenirs.










DAY 4
L'ultimo giorno l'abbiamo dedicato completamente al trekking percorrendo il sentiero tra Pradel e il rifugio Croz dell'Altissimo.
L’itinerario è uno dei più suggestivi a livello paesaggistico e tra i più caratteristici di questa zona del Brenta. Il sentiero (numero 340) entra direttamente nel cuore del gruppo di Brenta giungendo fino al famoso rifugio Croz dell’Altissimo, ai piedi dell’impressionante parete sud-ovest dell’omonima cima.






Il sentiero attraversa per buona parte il bosco ed è ombreggiato, risulta quasi tutto in piacevole pianura tranne per l'ultima parte(una ventina di minuti in salita completamente esposto al sole).
Vi consiglio di percorrerlo di mattina presto o nel pomeriggio perché camminare sotto al sole in salita con più di 30 gradi non è affatto semplice almeno per chi come me non è abituato a fare trekking nelle ore più calde della giornata.


























Il sentiero di domenica mattina è pieno di gente ed è bello scoprire che i trentini hanno questa cultura del trekking, tante persone dal paese salgono a mangiare nel rifugio o semplicemente fanno lunghe passeggiate. Anche qui in Basilicata è pieno di boschi ma purtroppo non sono così valorizzati e frequentati.

Ho percorso il sentiero a passo abbastanza lento e ci ho messo un bel po' per arrivare in cima anche perché spesso mi fermavo a scattare foto agli splendidi fiori del bosco.
















L'ultima parte non è stata semplice, gli altri erano andati molto avanti e io mi sono ritrovata sola sotto al caldo indecisa se continuare per l'ultimo tratto in salita o tornare indietro. Per fortuna alcuni passanti mi hanno suggerito di continuare perché mancava poco e mi sono accodata ad una signora di Molveno, al marito e ad altre due persone con le quali tra una chiacchierata e un passo sono riuscita a raggiungere il Rifugio.




Dopo questa lunga passeggiata siamo tornati all'hotel Londra dove abbiamo soggiornato per tutti e quattro i giorni. L'hotel è a conduzione familiare e ed è davvero delizioso ed accogliente, le aree comuni sono in legno e hanno una splendida vista lago. Immaginavo di trovarmi lì con la neve!
Stare al calduccio con le montagne imbiancate deve essere bellissimo!
Tra l'altro c'era una micia bellissima e pelosissima che si lasciava coccolare da tutti gli ospiti, si chiama Bimba ma tanto Bimba non è, ha ben 18 anni!









Questa è stata la mia #PaganellaExperience con Yallers Italia!
Il Trentino è una regione meravigliosa e le Dolomiti Paganella hanno davvero tantissimo da offrire!
Mi piacerebbe moltissimo tornarci,
voi ci siete mai stati? 


Infine vi lascio con il video con 5 cose da fare in Dolomiti Paganella







QuickEdit
Alixia
0 Comments
Share :

Nessun commento:

Posta un commento

[name=Alixia] [img=https://i.ibb.co/jwGw4Lc/signaturealixia-zpsejepeujs.png] [description=Sono una sognatrice pragmatica con la testa costantemente fra le nuvole. Amo i gatti, i colori pastello, le fantasie floreali e tutte quelle cose che hanno un gusto retrò. Sono una fotografa e la mia stagione preferita è l'estate in cui vado in bici nel vento e all'avventura nei dintorni di casa mia.](facebook=https://www.facebook.com/alixia88) (instagram=https://www.instagram.com/alixia88)(bloglovin=https://www.bloglovin.com/blogs/le-chat-gourmand-5075595)(pinterest=https://it.pinterest.com/alixia88/)

Follow @Alixia nel paese del web